Home Blog Accade a Venezia: Carnevale di Venezia 2014
󰀄
Carnevale di Venezia 2014

Le origini del Carnevale di Venezia sono antichissime. Pensate che la prima testimonianza risale addirittura al un documento datato 1094 in cui vengono raccontati divertimenti pubblici, maschere e intrattenimento e in cui compare il termine Carnevale.

Siamo circa nel 1100 e da allora ad oggi il Carnevale di Venezia ha visto il mondo cambiare ma è resistito nella tradizione veneziana, italiana e permetteteci, mondiale, come un’instituzione intoccabile, rievocativa di una Venezia storica, multiforme e multicolore.

Oggi il Carnevale di Venezia è divertimento ma soprattutto è un appuntamento culturale e sono davvero tanti gli eventi in città per scoprire i tanti volti nascosti e “mascherati” di questa affascinante città che non smetterà mai di far parlare di se per bellezza, storia e unicità!

Venezia Capitale del Carnevale

Dal 14 febbraio al 4 Marzo Venezia è la capitale unica e indiscussa del Carnevale. “La Natura fantastica” è il tema conduttore dell’edizione 2014che pone l’accento sul legame profondo tra l’uomo e la natura. Un legame culturale e antropologico che da sempre ha costituito le basi della crescita dell’uomo ma che a volte gli essere umani dimenticano di considerare. Grazie al Carnevale di Venezia faremo i conti con le nostre origini, faccia a faccia con il rapporto primordiale che caratterizza il legame tra l’uomo e la natura. Le origini popolari e i tempi passati in cui realtà e fantasia erano un tuttuno e in cui l’immaginazione era la chiave per tentare di razionalizzare tutti quegli eventi che apparivano inspiegabili! Il Carnevale ci riporterà a una Venezia divisa tra Oriente e Occidente, una Venezia commerciale con il suo porto che accoglieva ori preziosissimi da tutto il mondo, una Venezia in cui si potranno rivivere gli antichi simboli del mito!

Sul tema cardine si costruisce la fitta rete di appuntamenti con la cultura e l’intrattenimento che faranno vivere la città in una atmosferma tra mito e paranormale!

vecio-fritolin-carnevale-venezia-2014

Al Chiostro Medievale dell’Ex Convento della Chiesa di San Giobbe  è stata inaugurata “Call’Art” la mostra collettiva di artisti italiani e stranieri accomunati dall’interpretazione intima sul rapporto con la natura, dalla comprensione dei limiti dell’uomo nel proprio ambiente. Gli artisti riflettendo sulle proprie emozioni creano il terreno fertile di nuovi confronti con esseri immaginari.

Il Chiostro di Sant’Apollonia è invece la location della mostra  “Animali. Tra mito e iconografia”. In mostra i mostri con le illustrazioni fantastiche del volume realizzato dallo Studio Ebi sull’iconografia degli animali e dei miti antichi. Cerberi, Meduse, Arpie, sono solo alcuni dei mostri protagonisti di miti e leggende resi familiari grazie agli artisti nelle loro opere.

Al Museo Peggy Guggheneim la mostra “Temi&Variazioni”, una raccolta  di alcuni dei capolavori del museo veneziano partendo dall’opera di Fausto Melotti da cui la mostra prende anche il titolo. Le opere dello scultore si potranno vedere a fine percorso in una monografica che si apre con la celebre opera “L’Impero delle Luci di Magritte” che tramite la rappresentazione del buio e della luce ci fa addentrare nei misteri dell’esistenza. Tantissimi gli artisti in mostra che nelle loro opere interpretano tutte le variazione della luce, uno degli elementi più affascinanti di tutti i tempi. Il risultato è straordinario.

Se amate la fotografia non potete perdervi  la mostra “Poeti, Maschere, Attori, Fantasmi. Ritroverete un mondo fantastico nelle fotografie di Mario Lasalandra” al Centro Culturale Candiani. Uno dei fotografi più innovativi del XX secolo che racconta il lato più spontaneo del comportamento umano. Figure popolari, clown e freaks anni ‘70 popolano la realtà delle fotografie di Lasalandra per un risultato unico.

In ultimo un’informazione che vi farà molto, molto piacere! Tutti gli appuntamenti del Carnevale di Venezia sono gratuiti e c’è un sito web dedicato per conoscere tutto il programma della manifestazione!

A ciascuno il suo dolce di Carnevale!

Ogni festività o periodo dell’anno, si sa, ha dei piatti tipici e soprattutto dei dolci di riferimento. Questa tradizione non poteva mancare a Venezia che è si la capitale del Carnevale ma altrettanto del buon cibo, del mangiar bene e delle golosità!

Se vi trovate a Venezia nel periodo di Carnevale, non potete non assaggiare quello che per secoli è stato considerato il dolce tipico indiscusso: la frittella detta anche frittola veneziana tipica non solo di Venezia ma di tutto il friulano. La frittella veneziana veniva rigorosamente ed esclusivamente prodotta dai “fritoleri”. Quella del fritolero era una professione ufficiale, tanto che nel ‘600, circa 60 di loro si organizzarono in associazione e il loro statuto riportava le aree di esercizio esclusive di ognuno e la possibilità di succedere solo ai loro figli. Gli storici raccontano che le frittelle erano composte da acqua, uova e farina con zucchero, pinoli e uvette e che venivano fritte con olio, grasso di maiale o burro.  Una volta fritte si lasciavano riposare e venivano poi cosparse di zucchero che completava l’opera.

Con qualche variante nella frittura, che oggi è assolutamente più leggera, le frittole veneziane sono rimaste così anche oggi! Farina, uova, zucchero, uvette, pinoli e una pioggia di zuchero a velo per gustare una tipicità golosissima della cucina veneziana!

Un’altra specialità veneziana del periodo carnevalesco sono i galani. I galani sono ancora più antichi delle frittole e risalgono addirittura all’epoca dei Romani. Detti anche chiacchiere, crostole o lattughe, sono dolci sottili e molto friabili con una forma che ricorda quella di nastri. L’impasto è lo stesso della frittola: acqua, farina, uova, zucchero. La sfoglia viene tirata sottilissima, tagliata a piccole striscioline e poi immersa nell’olio bollente per una frittura rapida. A fine frittura zucchero a velo o miele completano l’opera d’arte e di gusto!

Che altro aggungere? Buon divertimento e buon appetito!

 

Commenti disabilitati su Carnevale di Venezia 2014
Scrivi
󰁓
󰀰 󰀩 󰀭 󰀱